La Pecorina Smarrita

Ciao fiorellino!

Mi chiamo Lorenzo, porto gli occhiali da quando avevo cinque anni, e adesso ne ho venti.

Sono nato e cresciuto in Sardegna, sono effettivamente basso, tuttavia non ho mai avuto un gregge tutto mio. Ancora lo rimprovero alla mia famiglia.

Vivo a Milano, dove studio Statistica, perché sono convinto che sia possibile meravigliarsi con i numeri: la mia è un’anima umanistica intrappolata in una formazione scientifica.

Sono campione olimpico del Lancio della polemica e mi destreggio bene nella disciplina del Sonnellino pomeridiano.

Sono alla ricerca costante di un equilibrio interiore e della bellezza in tutte le sue forme.

Quando prendo un libro in mano, lo apro e lo annuso in mezzo alle pagine, e dopo avere starnutito – ho ben undici allergie respiratorie, fra cui quella alla polvere – i brividi mi percorrono la schiena.

Mi succede anche quando sono davanti a un Caravaggio o a un bel ragazzo. Meglio se entrambi.

Sono un ragazzo d’altri tempi: conosco le buone maniere, scrivo le lettere a penna, le spedisco con tanto di leccatina al francobollo e utilizzo ancora gli sms.

Credo nella forza delle parole e sono convinto che ciascuno di noi abbia dentro di sé qualcosa di unico da offrire, e mi impegno perché il messaggio di chiunque possa risuonare chiaro, limpido e il più forte possibile nel mondo.

Credo nell’esistenza di un uccello metà tucano e metà fenicottero, che raccoglie sotto le sue ali le voci di tutte le persone che non possono esprimersi, e le fa riecheggiare lì dove non sarebbero mai arrivate.
Beh, volate con noi?